Cappella Contarelli - Caravaggio

Contarelli è il nome italianizzato di un cardinale francese, tale Mathieu Cointrel, che fu il primo proprietario di questa cappella; poi dopo la sua morte subentrò un’importante famiglia romana, i Crescenzi, che affidarono l’incarico delle decorazioni al Cavalier d’Arpino. 

Il Cavalier d’Arpino era un pittore molto apprezzato, tra l’altro a lui si deve la splendida Sala degli Orazi e Curiazi nel Palazzo dei Conservatori; ma certamente oggi è ricordato soprattutto perché nella sua Bottega si formò il Caravaggio.

Il cavalier d’Arpino, ovvero Giuseppe Cesari, iniziò ad occuparsi di queste decorazioni ma, poiché vi erano degli incarichi da parte del papa certamente più importanti, di fatto trascurò di lavorarci. 

A questo punto i Crescenzi, dietro suggerimento del Cardinal Francesco Del Monte, affidarono l’incarico al Caravaggio.

Si trattava di un incarico importante, che doveva essere realizzato in fretta in perché si voleva inaugurare la cappella con le decorazioni prima dell’anno Santo, il 1600.

Il Caravaggio ci riuscì solo in parte, infatti consegnò pressoché complete le tele ai due lati e solo nel 1602 quella centrale con San Matteo e l’angelo.

I Crescenzi rispettarono le volontà del cardinale Contarelli che desiderava decorare la propria cappella con storie del Santo di cui portava il nome, ovvero Matteo l’evangelista.

Scarica MyRoma

MyRoma è disponibile su tutti i device sia Apple che Android

MyRoma è disponibile su tutti i device sia Apple che Android

* Disponibile su iPhone, iPad e tutti i dispositivi Android